Alviano

Da non perdere

Il Castello di Alviano

Lorem ipsum dolor sic amet.

Museo della Civiltà contadina

Lorem ipsum dolor sic amet.

Oasi di Alviano

Lorem ipsum dolor sic amet.

Storia e tradizione

La posizione arroccata, militarmente strategica, fu all’origine dei primi insediamenti nel territorio. In epoca medioevale il paese fu conteso fra Todi, Orvieto ed Amelia, e nel XII secolo la Chiesa, comprendendone l’importanza, diede il benestare alla fondazione di un piccolo stato autonomo.

 

Raggiunse il suo massimo splendore con Bartolomeo d’Alviano, nobile condottiero cui si devono, nel 1495, la ricostruzione e l’ampliamento del castello. Con l’estinguersi dei suoi discendenti, Alviano passò sotto l’influenza della potente famiglia dei Doria Pamphili.

 

Oggi, partendo dalla cima della collina su cui sorge il paese e scendendo verso il basso, si incontrano il borgo di Alviano Vecchio, dove è situato il castello, e quello di Alviano Nuovo, appena fuori dal centro storico. A valle, dove il terreno si fa più pianeggiante, è stato creato nel 1963 un lago artificiale che ha preso il nome di Lago di Alviano, e che oggi ospita un’oasi naturalistica protetta.

Dove mangiare

Sorry, no posts matched your criteria.

Eventi

Sorry, no posts matched your criteria.

You don't have permission to register