Guardea

Da non perdere

Castello del Poggio a Guardea

Fondato nel 1034 come feudo imperiale, è uno dei più antichi d’Italia.

Arco della coscienza a Guardea

Inaugurato nel 2001, come invito e auspicio all’armonia universale.

Eremo di Santa Illuminata a Guardea

Uno dei luoghi di San Francesco, che lo visitava e vi sostava spesso durante i suoi viaggi.

Storia e tradizione

Da sempre il comune di Guardea sorge in una posizione strategica: è situato tra il territorio orvietano e quello amerino, ed al confine della provincia di Viterbo. Proprio dalla posizione e dalla morfologia del territorio, che permetteva un efficace posto di “guardia”, deriva il nome Guardea.

 

Lo stemma del Comune raffigura gli antichi patroni, San Pietro e San Cesario, che sorreggono una piccola torre merlata alla guelfa nell’atto di proteggere e difendere simbolicamente Guardea. Tracce di insediamenti preromani lungo il Tevere testimoniano l’antichità del popolamento del territorio e la sua continuità nei secoli. Nel XIV secolo gli abitanti cominciarono ad abbandonare la rocca fortificata sul colle per costruire quello che diverrà il borgo di Guardea.

 

Il paese si sviluppa ai piedi di due colli: Guardea Vecchia, dove sono ancora visibili i ruderi della torre dell’antico borgo e il Poggio, dove svetta il castello medioevale.

Eventi

Sorry, no posts matched your criteria.

You don't have permission to register