Descrizione

Fu il cardinale Federico Aquitani Cesi a dare inizio nel 1561 ai lavori di costruzione del palazzo che porta il nome della sua famiglia. 

 

A lungo si è pensato che il progetto fosse opera del Vignola, ma l’architetto effettivo fu invece un suo allievo, Giovan Domenico Bianchi. Il palazzo sorse al posto di un vecchio castello distrutto all’inizio del secolo nel corso delle guerre fra Terni, Todi e Spoleto; della vecchia costruzione vennero utilizzate le torri, uniche strutture superstiti, mentre il resto venne completamente ricostruito in stile tardorinascimentale.

 

Sulla facciata esterna spicca il ricco portone decorato a bugne, e due avancorpi laterali che si protendono verso la piazza; all’interno, il giardino è circondato da una loggia a due piani. Le sale sono ornate da soffitti di legno a cassettoni, forse ispirati da quelli di Palazzo Farnese a Roma, e gli affreschi celebrano le gesta dei più illustri fra i Cesi, dal valoroso capitano Gian Giacomo al primo cardinale della famiglia, Paolo Emilio.

 

Nel 1579, quando la costruzione fu terminata, si celebrarono le nozze del duca Federico I Cesi con Olimpia Orsini; dalla loro unione sarebbe nato Federico II Cesi, detto il Linceo, che scelse il palazzo come prima sede della sua Accademia. Dal 1618 Federico commissionò la realizzazione di nuovi affreschi, che andarono ad arricchire ulteriormente la costruzione, e nel 1624 vi accolse un ospite di prima grandezza: Galileo Galilei.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Dove: Acquasparta
Connect with us
More from this employer
Greenway del Nera
10 Novembre 2020
Arrampicata
10 Novembre 2020
Rafting
10 Novembre 2020
Geolab
6 Novembre 2020
You don't have permission to register