Palazzo Municipale

Descrizione

Fu solo per pura fortuna che, nel 1533, il giovane Ranuccio de’ Baschi scampò all’assassinio della sua famiglia; si trovava ad Orvieto quando il castello della sua famiglia fu invaso, e sua madre assassinata assieme ad altri suoi parenti. Ranuccio non si perse d’animo: prese in mano la famiglia e la signoria di Baschi e si adoperò per riportarla al suo splendore. Stabilì che le tasse venissero pagate a Orvieto e non più a Todi, commissionò il restauro della chiesa di San Nicolò, e dispose la costruzione di un palazzo.

 

Realizzata su un impianto medievale risalente al 1200, la nuova costruzione venne adattata allo stile rinascimentale e divenne sede di una piccola corte, il cui centro erano Ranuccio e la nobile moglie Ippolita. Il loro stemma, con l’iscrizione "Ranutius et Hippolyta coniuges", venne posto sugli architravi delle porte e nel grande camino che fu fatto costruire nella sala consiliare.

 

Con i discendenti di Ranuccio la signoria iniziò a disgregarsi, e gran parte dei possedimenti della famiglia vennero venduti. Nel 1891 il palazzo si ritrovò così diviso fra tre diversi proprietari: la quota appartenente ai conti Francisci-Cerbelli venne ceduta al comune di Baschi, che vi stabilì la sede dell’amministrazione.

 

Ancora oggi il palazzo ospita gli uffici comunali; al piano terra, e in quelli che un tempo erano i sotterranei, è stato allestito l’Antiquarium.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Dove: Baschi
More from this employer
Greenway del Nera
10 Novembre 2020
Arrampicata
10 Novembre 2020
Rafting
10 Novembre 2020
Geolab
6 Novembre 2020
You don't have permission to register